Una magia chiamata Es Vedrà

La situazione attuale ci impone di starcene a casa, quale miglior modo quello di viaggiare con la fantasia. Oggi cercherò di portarvi in un posto estivo, caldo, magnifico.

 

Chi mi conosce bene sa quanto io ami Ibiza. L’isola più conosciuta delle Baleari non ha bisogno di grandi presentazioni. Un “must” della movida ormai da decenni, che ha fatto delle sue spiagge meravigliose, dei suoi club e delle sue discoteche le sue più grandi fortune nel corso del tempo. mio avviso però quest’isola è molto molto di più.

Avendo prenotato un volo per “la Isla” già qualche mese fa, a cui però dovrò rinunciare per i noti motivi sanitari che interessano ormai tutto il mondo, ho pensato di raccontarvi uno dei luoghi più magici, tra i tanti più o meno conosciuti che potete trovare a Ibiza se decideste di intraprendere una vacanza su quest’isola: Es Vedrà.

Es Vedrà è un isolotto roccioso a forma di drago che si trova di fronte a Cala d’Hort. Per cercare di farvi orientare, ci troviamo nella costa Sud – Occidentale dell’Isola.

Arrivare al famoso “Mirador” non è così agevole, ma fidatevi se vi dico che ne vale assolutamente la pena. Arriverete con la macchina nel bel mezzo di una pineta dove ad un certo punto troverete delle sbarre e il divieto di proseguire, lasciate il mezzo e proseguite a piedi e dopo una bella camminata quello che vi troverete di fronte farete davvero fatica a descriverlo a parole. 

Es Vedrà non è una semplice isola, più semplicemente è leggenda.

Si narra infatti che dopo il Triangolo delle Bermuda e il Polo Nord, questo sia il terzo campo magnetico più forte al mondo, dovuto al fatto che a quanto si dice bussole e radar in prossimità dell’isola inizino un pò a vacillare. Qualsiasi abitante della zona, però se proverete a chiedergli quanto può essere vero questo mito vi farà una grassa risata in faccia. Quello che sicuramente è vero, è il senso di maestosità e pace che si avverte in questo posto. I miti che avvolgono Es Vedrà sono molteplici: da essere dimora di fate e sirene, a essere luogo di nascita della Dea Talit (a Ibiza potrete ammirare sue state ovunque). C’è chi dice che  Es Vedrà sia stata utilizzata per costruire le Piramidi in Egitto perchè pare che la sua roccia calcarea abbia una concentrazione massima di energia, simile appunto a quella delle Piramidi. Molte persone addirittura giurano di aver visto volare degli UFO sopra Es Vedrà, i più fantasiosi sostengono che l’isolotto sia proprio una base UFO con un ingresso segreto sotto il livello del mare. Tutto ciò dovuto a delle strane luci viste più volte dai pescatori ibizenchi che hanno accresciuto il mito.

L’ultima e forse anche la più nota leggenda è quella che vedrebbe Es Vedrà essere la punta della civiltà sommersa di Atlantide; questa credenza probabilmente, è dovuta alla sua vicinanza alla cava di arenaria di Sa Pedrera a cui fu dato il nome di Atlantide dagli hippy degli anni ’60 che lì abitavano in un’enorme grotta naturale.

Come avete visto le storie, i miti e le voci sono molteplici e sta alla fantasia e alla mente di ognuno di voi credere ad una piuttosto che ad un’altra. Quello che però sicuramente rimane di Es Vedrà è la magia di un posto unico al mondo dove potrete ammirare la puesta del sol in prima fila, circondati da culture di ogni genere, sorseggiando un mojito fantastico fatto da due ragazzi che hanno trasformato una vecchia auto in un bar a strapiombo sul mare.

Il silenzio, il profumo di salsedine, il vento che vi accarezza la pelle bruciata dal sole e lo sguardo rivolto verso l’orizzonte a seguire quel sole che pian piano scivola a tuffarsi nel mare cristallino e lascia spazio ad un gioco di luci affascinante.

Es Vedrà è la vera essenza di Ibiza, un posto che non potete non visitare e che statene certi rimarrà dentro di voi per sempre.

Chi di voi c’è stato? Scrivetemelo nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *